SVI.MED. consulente esterno per l’Energy Water Agency di Malta

SVI.MED. consulente esterno per l’Energy Water Agency di Malta

Prosegue il contributo di SVI. MED. a sviluppare processi di pianificazione partecipati verso un turismo più sostenibile e circolare.

Dopo l’esperienza di Consumeless, questa volta in veste di consulenti esterni per l’Energy Water Agency – EWA di Malta, SVI.MED. sta supportando il GAL TERRA BAROCCA a redigere una strategia turistica basata sui temi della circolarità e della sostenibilità.

Il Gal Terra Barocca è stato infatti scelto come territorio di riferimento per il trasferimento delle buone pratiche e del modello sviluppato nell’ambito del progetto INCIRCLE “Support INsular and low density areas in the transition towards a more CIRCuLar tourism Economy” , progetto europeo cofinanziato dal programma Interreg Med e dal Fondo europeo di sviluppo regionale, che mira a coinvolgere numerosi territori del Mediterraneo in Italia, Spagna, Grecia, Albania e Croazia per programmare una transizione verso un turismo più circolare.

Al fine di redigere una strategia turistica sostenibile del territorio che tenga conto dei quattro pilastri della sostenibilità (energie rinnovabili, mobilità sostenibile, acqua e rifiuti) il GAL Terra Barocca, supportato da SVI.MED., ha organizzato 3 incontri partecipati, coinvolgendo i principali stakeholders del territorio, pubblici e privati, utilizzando la metodologia EASW – European Awareness Scenario Workshop, al fine di valorizzare le idee della comunità locale, promuovendo il dibattito e la partecipazione sociale sui temi connessi allo sviluppo sostenibile e circolare del turismo.

11e9c8f7-916e-4720-a533-615e4066a920

Circa 60 gli stakeholder che hanno preso parte ai tre incontri, di cui un 60% appartenente al mondo privato (cittadini, imprenditori) e un 40% appartenente alla sfera pubblica (amministrazioni comunali, associazioni di categoria, università), coinvolti attivamente tramite l’utilizzo di strumenti collaborativi digitali (mentimeter, miro) atti a stimolare la partecipazione, permettendo così di approfondire i bisogni della comunità locale e aprire un dibattito sulla definizione di possibili scenari per infine analizzare le differenti visioni, proposte e idee emerse e trasformarle in azioni di strategia territoriale.

WhatsApp Image 2022-01-21 at 16.55.33

Durante il primo incontro, gli stakeholder sono stati chiamati a indicare in ordine di importanza la strategia correttiva ed esplorativa che ritenevano fondamentale perseguire facendo emergere l’importanza di rafforzare la conoscenza del territorio promuovendo percorsi naturalistici e sentieri verdi e di valorizzare i nuovi target turistici (anche stranieri) per differenziare offerta e stagionalità, mentre per quanto riguarda la strategia adattativa e conservativa, la maggior parte degli stakeholder ha evidenziato l’importanza dell’integrazione di proposte esistenti in modo da fornire un’informazione unica e facilmente accessibile e della creazione di una mappatura di journey planning dei servizi di mobilità esistenti.

3_Tavola disegno 1

Durante il secondo incontro, gli stakeholder sono stati suddivisi in 4 gruppi secondo le 4 principali categorie sociali di una comunità – cittadini, amministratori, tecnici/ricercatori e imprenditori (la cosiddetta “Quadruple helix”) – con lo scopo ultimo di identificare e confrontare i differenti scenari e visioni per il futuro attraverso l’utilizzo della lavagna collaborativa Miro.

WhatsApp Image 2022-01-21 at 17.48.20

62ae8700-a447-4bd6-872d-f347b600c04c

Senza titolo-2-02

Durante il terzo incontro, gli stakeholder sono stati invece suddivisi in 4 gruppi secondo i 4 ambiti tematici posti al centro della Strategia INCIRCLE verso un turismo circolare – Acqua, Energia, Rifiuti e Mobilità.

Ogni gruppo aveva l’obiettivo di includere un rappresentante per ciascuna delle quattro categorie sociali della comunità in modo da poter avere un quadro completo di quello che erano i bisogni del cittadino, la disponibilità degli imprenditori, le competenze dei tecnici/ricercatori e le responsabilità della pubblica amministrazione relativamente alle azioni da intraprendere per rendere sostenibile una destinazione turistica.

I gruppi tematici sono stati infatti chiamati ad identificare i mezzi per rendere il settore del turismo più sostenibile e circolare.

WhatsApp Image 2022-01-28 at 17.57.17

54c51fd9-a19d-45b8-8536-4ae0b0317466

Alla fine dei lavori, sono 14 le idee progettuali emerse che sono state votate e disponibili al seguente link padlet https://padlet.com/manuelatrovato/4nvu41bfchqr76kz e che saranno approfondite e valorizzate all’interno della strategia che il GAL, grazie al supporto di SVI.MED., redigerà nelle prossime settimane e che sarà presentata alla fine del mese di Febbraio per essere definitivamente assestata con il coinvolgimento degli attori del territorio.

WhatsApp Image 2022-01-28 at 17.57.16

WhatsApp Image 2022-01-28 at 17.57.17 (1)

votazione3SWG_NOMIidee-01

 

 

Please follow and like us: