Il progetto ECOLIVE tra Ragusa ed Atene

Il progetto ECOLIVE tra Ragusa ed Atene

posted in: Agroalimentare, News, TEMATICHE | 0

Si conclude oggi l’incontro tecnico ad Atene del progetto Ecolive che ha visto come protagonisti per conto della Svimed il dott. Francesco Scollo e la d.ssa Mary Krimnianioti, i quali hanno presentato i risultati dell’analisi transnazionale dei fabbisogni formativi dell’area di partenariato, comprendente i paesi di Grecia, Turchia, Cipro e Italia. Sono state discusse anche le prossime attività che si concentreranno nella preparazione del materiale per il corso di formazione dei formatori che verrà realizzato a Ragusa nel corso del prossimo anno.

Ecolive è un progetto co-finanziato dal Programma ERASMUS + e ha lo scopo principale di supportare la formazione tecnica all’interno delle aziende produttrici di olio d’oliva tradizionale e soprattutto biologico, sia fra i rappresentanti delle aziende che fra imprenditori interessati alla conversione ad una produzione biologica al fine di aumentare la produzione di qualità e la vendita di olio d’oliva biologico.

La formazione avverrà in provincia di Ragusa dal prossimo anno e saranno affrontati diversi argomenti, dal supporto alla produzione, alla certificazione, a strumenti innovativi per la commercializzazione dell’olio d’oliva biologico, attraverso l’utilizzo di tecnologie ICT e della formazione in modalità desk ed e-learning.

In Sicilia responsabile del progetto è la Svi.Med. onlus di Ragusa, Centro Euromediterraneo per lo Sviluppo Sostenibile, che ha presentato lo scorso 30 settembre alla Fiera Agricola Mediterranea 2017 (FAM) il “Rapporto sui fabbisogni formativi del settore olivicolo in Sicilia” creando una rete di Stakeholders che hanno partecipato alla ricerca sul campo, alle interviste e alla somministrazione di questionari per completare l’analisi dei fabbisogni con dati territoriali (http://www.svimed.eu/website/partecipa-al-sondaggio-del-progetto-ecolive/).

La conferenza è stata organizzata in collaborazione con il Consorzio DOP Montiblei ed è stata patrocinata dal Dipartimento Agricoltura Alimentazione e Ambiente dell’università di Catania che ha avuto un ruolo centrale nell’analisi dei dati, anche per la presentazione di una ricerca sulle opportunità e sulle prospettive per spingere verso la certificazione genetica degli oli, in funzione di una maggiore tutela e trasparenza nei confronti dei consumatori.

Per la Svimed le presentazioni presso al FAM sono state curate dalla d.ssa Emilia Arrabito e dal dott. Francesco Scollo.

Per ulteriori informazioni si rimanda al sito web del progetto Ecolive : www.organicolive.eu

 

 

 

Please follow and like us: